Ti trovi in:

Home » Territorio » Molveno » Cosa puoi visitare

Menu di navigazione

Territorio

Cosa puoi visitare

di Lunedì, 04 Marzo 2013 - Ultima modifica: Venerdì, 27 Febbraio 2015

Un turista dovrebbe venire a Molveno perché è un luogo di wellness naturale: il lago, le cime alpine, le passeggiate, un centro abitato ordinato e pulito. Tutto il necessario per una vacanza che rigenera la mente e il corpo.

Tutta la stagione turistica estiva, da giugno a settembre è caratterizzata da eventi culturali, quali concerti, rassegne cinematografiche, colloqui con autori, visite guidate ed escursioni, ecc. In inverno le vicine piste da sci della Paganella sono meta per eventi sportivi e ricreativi.

Unico centro in Trentino per la riproduzione del Salmerino alpino, per la ripopolazione dei laghi alpini

Immagine chiesa san Borromeo

Fu eretta nel 1940 al posto della vecchia del 1600 di struttura gotica, della quale si conservano ancora due pregevoli altari lignei ed il campanile con bifore romaniche e cuspide piramidale. L'attuale chiesa fu seriamente danneggiata da un incendio nel 1976.

Immagine Chiesa San Vigilio

Risale al XIII secolo ed è dedicata a Vigilio, vescovo di Trento morto nel 400 d.c. Per la sua pregevole fattura artistica, è monumento annoverato tra i beni culturali della Provincia Autonoma di Trento.

Immagine fortini di Napoleone

Si trovano lungo la vecchia strada dei Marocchi che veniva dal Banale e portava alla Valle di Non, sulla sponda occidentale del lago, in cima al boscoso promontorio del Monte Corno. I giganteschi ruderi e le altre fortificazioni difensive, impropriamente dette "di Napoleone" furono fatti erigere dal comando militare austriaco tra il 1802 ed il 1805 a presidio del passo verso la Valle di Non, contro l' esercito napoleonico avanzante dalle Giudicarie. Piacevole passeggiata.

Seicentesca residenza nobiliare dei conti Saracini, situata nel centro storico di Molveno, ora sede della Parrocchia.

Buona parte del territorio in quota del comune di Molveno è incluso nel Parco, il più esteso parco naturale del Trentino. Il Parco interessa anche tutta la sponda destra del Lago dove passano i tracciati Brenta Trek e Brenta Bike

Porta di accesso alle Dolomiti di Brenta, è un altipiano di notevole valenza paesaggistica e ambientale, frequentato per escursioni, passeggiate e attività sportiva

Immagine segheria veneziana

Fu edificata nel 1500 circa, in forma cooperativa, dagli abitanti del paese, su sollecitazione dell'allora parroco don Taialacqua, interessato al miglioramento delle condizioni economiche silvo-pastorali della popolazione. Taialacqua introduce i capitali e il know-how per dare l’avvio all’attività industriale, che vede lo smercio del prodotto semilavorato nell’area del Garda, in seguito a fluitazione sul lago e poi sul fiume Sarca.